Tanji - Blog Design - Art & Vintage Design Lover

Paesaggi spray: le installazioni di Katharina Grosse

Opere di Katharina Grosse

Se state pensando di fare una gita fuori porta per il 25 aprile, vi consiglio di andare a vedere la mostra di Katharina Grosse a Roma. La mostra è agli sgoccioli, l’ultima data buona per ammirare i capolavori di questa artista tedesca è il 29 di questo mese.

Le sue installazioni sono come un’equilibrista che cammina tra il reale e il fantastico, non sai dove finisce il disegno e dove inizia la realtà.

Opere di Katharina Grosse

Katharina dipinge direttamente gli edifici e la furia del colore spruzzato, dipinto o nebulizzatoti toglie decisamente il fiato.

La mostra “Le numerose irregolarità” a Villa Medici vede, oltre alle opere di Katharina Grosse, quelle dell’artista francese Tatiana Trouvé.

Opere di Katharina Grosse

Opere di Katharina Grosse

Opere di Katharina Grosse

Opere di Katharina Grosse

 

Se ti interessano altri post sull’arte, leggi quello dedicato a Frida Khalo e alla sua mostra al MUDEC di Milano aperta fino al 3 giugno.

 

 

 

Angoli green: il punto di vista delle piante d’appartamento

cover angolo green piante in casa

Le piante da interno rendono la casa viva, rilassante, sana ma anche più stilosa!

Oltre alla tendenza del floreale, quest’anno le nostre case si sono riempite di angoli green, costruiti ad hoc per i nostri profili Instagram 🙂

Angoli green: le piante in casa

Piante grasse, esotiche, con foglie maxi o micro, ricadenti, colorate e strane.

Una volta scelta la pianta che più si addice al nostro stile, è fondamentale abbinarla al giusto vaso, e copri vaso, che dovrà essere altrettanto stiloso 🙂

Le piante popolano ogni stanza della casa, dalla cucina al bagno.

Qui sotto alcune ispirazioni, non soltanto per la vostra casa ma anche per qualche scatto da pubblicare sul vostro profilo Instagram.

 

Angoli green: le piante in casa

Angoli green: le piante in casa

Angoli green: le piante in casa

Angoli green: le piante in casa

Angoli green: le piante in casa

Angoli green: le piante in casa

Angoli green: le piante in casa

Angoli green: le piante in casa

Angoli green: le piante in casa

Angoli green: le piante in casa

Angoli green: le piante in casa

 

 

Trend 2018: Il grande ritorno del floreale nelle nostre case.

il ritorno del floreale blog di tanji

Il floreale: tendenza annunciata del 2018.

Quest’anno è tornato di moda il floreale.

Dai tessuti, alla tappezziera, agli arredi, i fiori ritornano ad essere i protagonisti delle nostre case.

Ce n’è per tutti i gusti!

La palette colori è veramente varia, per soddisfare qualsiasi esigenza.

Dai colori sgargianti e pop, che troviamo nella collezione Seletti wears Toiletpaper, ai toni più soft che ricordano le “toile de Jouy” della Francia del 700 dei tessuti Parfum d’été di Manuel Canovas per Colefax & Fowler.

Non mancano, comunque, le ispirazioni che arrivano dall’oriente, dove ritroviamo i classici motivi floreali con fiori di pesco o di ciliegio; quelli stilizzati, utilizzati soprattutto per tessuti e carta da parati.

Ma come ogni trend che che torna alla ribalta, non possono mancare le contaminazioni con elementi più contemporanei.

Fiori che convivono con frutta e verdura, una tendenza nata lo scorso anno nel “flower design” che prende il nome di “freakebana” un termine, coniato da Stella Bugbee nel suo articolo su The Cut.

Ma gli abbinamenti azzardati non finiscono qui!

Ecco alcune ispirazioni floreali che ho selezionato e che sono nella mia wishlist.

1.

Carta da parati Fornasetti

2.

carta da parati floreale con quadro frida kahlo

3.

dutch floreale blog di tanji

4.

Carte da parati Graham & Brown

5.

aquazzura x de gournay

6.

poltrone floreali blog di tanji

7.

8.

9.

poltroncina floreale blog di tanji

trend floreale blog di tanji

trend floreale blog di tanji

Su Pinterest trovate un’intera bacheca dedicata a questo trend 🙂 clicca qui

Pop e irriverente ecco la collezione Seletti wears Toiletpaper

seletti wears toiletpaper

Humor nero per una collezione dai toni pastello.

Quando metti insieme Maurizio Cattelan, il più irriverente tra gli artisti contemporanei, la rivista trash-pop Toilet Paper di Pierpaolo Ferrari e la famosissima azienda di design italiana Seletti, il risultato è: Seletti Wears TOILETPAPER.

Una collezione per la casa a dir poco pazzesca, dove si possono trovare piatti, tazze, tovaglie, ciotole, bicchieri, strofinacci e oggetti come saponi, tavoli, specchi, cuscini e ombrelli, ma anche poltrone, divani e copripiumini e candele. 

Seletti Wears TOILETPAPER nasce da una selezione di immagini della rivista che diventano il leitmotiv dell’intera collezione.

Un cavallo rampante, dita mozzate, un rospo in un panino, il simbolo Yin & Yang a forma di mela e l’occhio con il piegaciglia, sono solo alcune delle immagini che caratterizzano tovaglie, piatti, tazze, stofinacci, vassoi e teiere.

Toiletpaper Seletti bicchieri smaltati

Toiletpaper Seletti ciotole smaltate

Toiletpaper Seletti piatti ceramica

Toiletpaper Seletti piatti smaltati

Toiletpaper Seletti tazze smaltate

Toiletpaper Seletti teiere smaltate

Per divani, poltrone, copripiumini, specchi, ombrelli, lampade e borse le stampe sono ancora più pop: un vulcano, una bocca con la scritta “shit” a pennarello sui denti, fiori dai colori sgargianti, un gattino circondato da topi, un intreccio di serpenti su fondo nero, e una magrittiana immagine di mani che impugnano dei rossetti.

Toiletpaper Seletti biancheria letto

Toiletpaper Seletti cuscini

Toiletpaper Seletti divano

Toiletpaper Seletti ombrelli

Toiletpaper Seletti ombrelli

I materiali usati vanno dalla tela cerata alla porcellana, dal metallo al legno, assolutamente in linea con lo spirito pop della rivista.

Non è sicuramente una collezione mainstream!

Non tanto per il prezzo che è decisamente accessibile, dai 15€ di una tazza in smalto agli 890€ della poltrona, ma, come dice Stefano Seletti, “per l’audacia intellettuale di coloro che scelgono di comprarla.”



Potete acquistare la collezione sullo shop online di Seletti, cliccate qui.

Io la adoro! Voi cosa ne pensate?

 

 

Softheads soffici trofei di caccia per decorare la casa

softheads soffici trofei di caccia

Un’idea innovativa per decorare la casa.

Sfogliando il numero di Febbraio di ELLEDECOR, ho scoperto questo bellissimo progetto che si chiama SoftHeads.

Se siete dei cacciatori o appassionati di trofei di caccia allora questo post non fa per voi, in caso contrario potete continuare a leggere… 🙂

Softheads nasce a Barcellona nel 2011 da un’idea dell’artista e designer Sergio Roger.

sergio roger softheads designer

La particolarità di questo marchio è quello di progettare “soffici trofei di caccia“da appendere alle pareti di casa.

Morbide teste di animali realizzati in tessuto, tutti prodotti in Spagna.

Un progetto creativo e contemporaneo che modifica completamente l’antico significato dei trofei di caccia.

Ci sono diversi tipi di animali: cani, cavalli, pecore, i mitici unicorni, teste di toro, cervi, gazzelle e rinoceronti prodotti in diversi tipi di tessuti, dal cotone alla rafia, al poliestere, al lino.

Oltre a produrre nuove collezioni e modelli ogni stagione, realizzano anche pezzi personalizzati e molte sono le collaborazioni con marchi, designer e artisti per la creazione di collezioni speciali.

Potete acquistare i prodotti Softheads sul loro shop online troverete sicuramente un soffice trofeo che si abbina allo stile della vostra casa.

Softheads – alcuni splendidi esemplari

soft bull granada softheads

soft doberman thanatos softheads

soft chicken softheads

soft dog softheads

soft horses softheads

Se avete degli amici a quattro zampe in casa non perdetevi l’articolo sulle Cucce per i vostri pelosi, potete cliccare qui.

 

 

100×100 Achille

Achille Castiglioni 100 anni

Tanti auguri Achille!

Oggi si celebra il centenario di una delle star indiscusse del design mondiale di tutti i tempi: Achille Castiglioni.

Un vero mito, anche solo per avere progettato uno degli oggetti, a mio avviso, più belli della storia del design: il Radiofonografo RR226-O della Brionvega.

Lo potete acquistare sullo shop online Brionvega, qui.

 

radiofonografo brionvega achille castiglioni

Radiofonografo RR226-0 Brionvega

 



E come farlo se non in stile 100×100 Achille!

Proprio oggi, si inaugurerà, alla Fondazione Achille Castiglioni di Milano, una mostra/evento molto particolare, che non vedo l’ora di andare a vedere.

Il progetto si chiama appunto, 100×100 Achille.

Ad alcuni dei più importanti designer del mondo, è stato chiesto di fare un regalo ad Achille.

Questi regali sono tutti oggetti anonimi, proprio come quelli che il designer italiano ha collezionato per una vita e che sono stati fonte d’ispirazione per il suo lavoro.

Castiglioni infatti, amava circondarsi di oggetti di vario tipo, materiale, forma e dimensione, tutti accomunati dalla medesima intelligenza progettuale, egli era, infatti, alla continua ricerca della funzionalità, anche attraverso il “riciclaggio” di oggetti già esistenti.

100 in tutto, sono i regali inviati per questa mostra/evento, 100 oggetti che potrebbero dare il via ad un “Museo dell’oggetto anonimo“.

Oggetti normalissimi e per l’appunto, anonimi, che però hanno delle affinità con il genio di Achille.

Qualche esempio:

Philippe Starck ha regalato una graffetta, si avete capito bene, una graffetta, quella che serve a tenere insieme dei fogli per capirsi.

graffetta

Secondo Starck, questo oggetto è geniale come Achille, perchè con la sua semplicità è utile tanto quanto un computer; e come non essere d’accordo con lui! 🙂



Konstantin Grcic invece ha portato il peso da 1 Kg, quello classico di ferro, definendolo un oggetto efficace, che svolge la sua funzione in maniera semplice, senza sforzi.

1kg


Ma la genialità di questa operazione, degna del suo festeggiato, non finisce qui.

Ogni designer ha ricevuto come invito, una cartolina che ha trasformato in un personale biglietto di auguri, un’altra operazione alla Castiglioni, dove un oggetto nato con una specifica funzione, vive una seconda vita, svolgendo una funzione completamente diversa.

 



La mostra sarà aperta al pubblico dal 19 Febbraio al 30 Aprile 2018 presso la Fondazione Achille Castiglioni in Piazza Castello 27 a Milano, vi consiglio di andarla a vedere.

Qui sotto alcuni degli oggetti più belli progettati da Achille Castiglioni.

sella zanotta achille castiglioni

Sella, sedile per Zanotta – 1957

 

 

sgabello mezzadro zanotta achille castiglioni

Sgabello mezzadro sedile per Zanotta – 1957

 

 

arco flos achille castigioni

Arco lampada a terra per FLOS – 1962

 

taccia flos achille castiglioni

Taccia lampada da tavolo per FLOS – 1962

 

snoopy flos achille castiglioni

Snoopy lampada da tavolo per FLOS – 1967

 

spirale posacenere alessi achille castiglioni

Spirale, posacenere per Alessi – 1971

 

 

 

Frida Kahlo: oltre il mito!

frida kahlo

Ho deciso di pubblicare proprio oggi il post su Frida Kahlo, perchè vorrei dedicare il giorno di San Valentino ad una donna straordinaria, che ha fatto della sofferenza, e sopratutto quella in amore, un suo punto di forza, esprimendo tutto il suo dolore attraverso l’arte, come solo una donna sa fare.

Qualche giorno fa sono stata al MUDEC di Milano a vedere la splendida mostra a lei dedicata.

Se non ci siete già state, vi consiglio di farlo, avete comunque, un bel po’ di tempo, la mostra infatti, è appena iniziata e sarà aperta fino al 3 giugno.

Frida Kahlo all’anagrafe Magdalena Carmen Frida Kahlo y Calderon, oltre ad essere una rivoluzionaria pittrice messicana, è ancora oggi, un’icona femminile.

Una donna che ha fatto del suo corpo “sofferente” un vero e proprio manifesto artistico.

scheda anagrafica frida

famiglia di frida kahlo

frida che dipinge

Frida ha avuto una vita molto travagliata, costellata di sofferenza.

Affetta da spina bifida, a 18 anni fu vittima di un terribile incidente, l’autobus sul quale viaggiava si scontrò con un tram schiantandosi contro un muro, spezzandole la colonna vertebrale in 3 punti, fratturandole entrambi le gambe, le costole, un piede, la spalla, l’osso pelvico.

Fu sottoposta a 32 operazioni e passò moltissimo tempo immobilizzata a letto, fu proprio in questo periodo che cominciò a dipingere.

ritratto frida kahlo

Oltre ad una inimmaginabile sofferenza fisica, si aggiunse anche la sofferenza emotiva ed amorosa, causata dal rapporto travagliato con il marito, Diego Rivera, il famoso artista muralista messicano.

Una frase di Frida che mi ha colpito molto è: “Ho subìto due gravi incidenti nella mia vita…il primo è stato quando un tram mi ha travolto e il secondo è stato Diego.

Questa frase fa capire quanto Frida si sia donata nella relazione con Diego Rivera, quanto l’abbia amato e quanto avesse bisogno di essere amata da lui.

Alla sua vita già costellata di sofferenza si aggiunsero anche 3 aborti che rappresentò in diverse opere.

fotografia unica di frida

fotografie di frida

Frida Kahlo è una vera e propria icona.

E’ riuscita ad infrangere i tabù relativi al corpo e alla sessualità femminile; lo stesso Rivera la descrive  come “la prima donna nella storia dell’arte ad aver affrontato con assoluta ed inesorabile schiettezza, in modo spietato ma al contempo pacato, quei temi generali e particolari che riguardano esclusivamente le donne.

frida kahlo

frida kahlo

frida kahlo

frida kahlo

Una donna forte ma allo stesso tempo fragile, cinica ma allo stesso tempo sensibile, indipendente ma allo stesso tempo dipendente dell’amore, figlia, amica, moglie, amante, artista, rivoluzionaria, comunista, surrealista, contraddittoria.

suicidio

statua della liberta

Qui sotto una selezione di alcuni oggetti dedicati a Frida Kahlo che potete trovare online.

Io ho appena ordinato questa bellissima stampa con il ritratto di Frida sullo shop di Etsy TopFloorStore che vende un sacco di bellissimi poster con i ritratti di molti personaggi, andatelo a vedere, cliccando qui.

Non vedo che arrivi!!!

Poster Frida Kahlo – cliccate l’immagine per andare allo shop che lo vende.

poster frida kahlo

Tappetino per il bagno “Viva la Vida” – Lo trovete su Etsy, cliccate l’immagine per arrivare sullo shop che lo vende.

tappeto frida kahlo

MUG “Viva la Vida” – La trovete su Etsy, cliccate l’immagine per arrivare sullo shop che lo vende.

mug fronte frida kahlo
mug retro Frida Kahlo

Cuscino Frida Kahlo – Lo trovete su Etsy, cliccate l’immagine per arrivare sullo shop che lo vende.

cuscino frida kahlo

Saponetta Frida Kahlo – La trovete su Amazon, cliccate l’immagine per arrivare sullo shop che lo vende.

saponetta frida kahlo

Cuscino handmade con pom pom Frida Kahlo – Lo trovete su Etsy, cliccate l’immagine per arrivare sullo shop che lo vende.

cuscino frida kahlo

Etnico metropolitano per un’appartamento olandese

Appartamento olandese etnico metropolitano

Rieccomi qua con la nuova casa per la rubrica “home of the week“.

Ho cercato molto quale potesse essere la casa di questa settimana e alla fine ho deciso di farvi vedere questo appartamento olandese, che troverete anche su CASA FACILE di Gennaio e sul loro sito.

Non ho voluto semplificarmi la vita, riproponendo nel mio blog, questo appartamento, è stato invece, un colpo di fulmine!!!

Quando l’ho visto ho subito pensato: “Io qui ci vivrei!

Questo appartamento di proprietà di due stylist di moda, Anja e Alain, rispecchia al 100% lo stile che amo avere in casa mia; una contaminazione di vintage, industrial, etnico il tutto farcito con qualche tocco di modernità.

Un crossover di stili che bisogna saper sicuramente mixare, dosare e abbinare perfettamente.

Volutamente grezzo con pavimenti in cemento “crepato”, e mattoni a vista dipinti.

La palette cromatica della casa è impostata sul bianco/nero con qualche variante grigia valorizzata dal verde delle molte piante che vivono in casa e da alcuni arredi rossi e ocra e dal legno color miele.

In questa casa convivono stili ed epoche diverse in assoluta armonia, rendendola accogliente e piena di charme.

Voi cosa ne pensate?

Stupenda vero?

Studio Appartamento olandese - casa facile

Living Dettaglio Appartamento olandese - casa facile

Dettaglio Appartamento olandese - casa facile

Living Appartamento olandese - casa facile

Cucina Appartamento olandese - casa facile

 

Non è tutto oro quello che luccica

Gold: il trend del 2018

Ciao a tutti, eccoci qui con un’altra tendenza per la casa del 2018.

Oro, oro e ancora oro!!!

Ebbene si quest’anno le nostre case saranno sbrilluccicanti, negli arredi e negli accessori per la casa.

L’oro è un colore che, fatta eccezione per il giallo e l’arancio, si abbina perfettamente con qualsiasi colore.

Elegante e sofisticato se affiancato al nero o a colori scuri, irresistibile con i colori pastello, altro trend di questa stagione, adatto ad essere accoppiato al legno e a qualsiasi tipo di pietra, evitate l’accostamento con altri metalli.

Nel mio peregrinare in rete ho trovato diverse cose molto interessanti riguardo l’argomento ORO.

Maison du Monde ha dedicato una collezione a questo trend, reinterpretata in chiave “esotica“, la collezione infatti, si chiama Golden Oasis. La palette colori va dai marroni al cipria ed è arricchita di tanti accessori che ripropongono diversi animali esotici, pappagalli, scimmie, coccodrilli e molti altri.

Golden Oasis - Maison du Monde

Golden Oasis - Maison du Monde

Golden Oasis - Maison du Monde

Golden Oasis - Maison du Monde

Qui sotto troverete la selezione de “I miei preferiti” della collezione Golden Oasis di Maison du Monde.

Golden Oasis - preferiti

Anche ZARA HOME, sempre molto attenta alle tendenze, propone un’ampia gamma di oggetti, mobili e accessori vari a tema ORO, uno più bello dell’altro. 🙂

Zara casa collezione ss18 gold

Anche H&M Casa no poteva essere di meno e propone nella nuova collezione oro, ancora oro e sempre oro.

Ecco la mia personal selection di H&M Casa, cliccate sulla foto arriverete direttamente al sito H&M Casa filtrato per il colore oro, così potrete vedere l’intera proposta.

H&M casa collezione SS18

 

E voi cosa avete intenzione di fare? Qualche tocco oro in casa direi quest’anno ci deve assolutamente essere!

East Market Welcome to 2018

East Market Milano 21 gennaio 2018

Se anche voi come me amate il vintage in tutte le sue declinazioni, design, musica, abbigliamento dovete assolutamente andare all’East Market che si terrà a Milano domenica 21 gennaio.

2 location, quelle di Officina VENTURA 14 e MASSIMIANO 6, per 270 espositori di vintage, modernariato, dischi, bici, libri, poster, design, second hand, videogame, curiosità di ogni genere, collezioni private e molto altro ancora, si, insomma, per me il paradiso!!!

Tra i miei preferiti, e vi consiglio di andare assolutamente a curiosare nei loro stand ci sono:

@erwittspeakers 

Radio Vintage originali e sopratutto pezzi unici, restaurate e trasformate in potenti diffusori wireless tutte compatibili con qualsiasi devices: smartphone, tablet, PC, Mac con connessione Bluetooth 4.2, batteria da 15 ore e ricarica USB.

Potrete ascoltare le vostre playlist da Spotify, Youtube, Apple Music.

Prezzi abbordabili e se non ce la fate ad esserci domenica potete acquistarle sullo shop online.

Ce ne sono di ogni epoca e designer, qui sotto vi mostro le mie preferite:

Radiolampada Elettrodin Lunik del 1970 restaurata

RADIOLAMPADA EUROPHON

BRIONVEGA FD1102

 

@marvellini

Ritratti anche per chi non vuole essere ritratto.

Foto Marvellini è il nome di un progetto artistico fichissimo, nato da due assoluti geni del male 😉

Iniziato nel 2011 da due super amici, entrambi assumono questo pseudonimo e si presentano come gli eredi di una fantomatica famiglia di antichi fotografi che aveva base a Milano.

Questo progetto è un omaggio alla fotografia e in particolare al ritratto fotografico, in questo progetto a tratti surreale e, aggiungere anche demenziale, si mescolano elementi diversi come i vecchi e nuovi tempi, la cultura raffinata e quella Pop, le visioni perturbanti e quelle romantiche.

Guardate quanto incredibile è questo progetto!!!

Goldrake armonico

Marvellini goldrke armonium

Sportkiss

Marvellini Sportkiss

Spider Campestre

Marvellini Spider Campestre

Summer

Marvellini estate bassa

 

@altmeansold

Troverete una selezione di oggetti vintage di tutti i tipi, io mi sono innamorata di questi piatti Anatomical Collection, voi cosa ne pensate?

alt mean sold - plates anatomical collection

alt mean sold - plates anatomical collection

Buon East Market a tutti!

Saprete sicuramente fare degli acquisti pazzeschi.